Carnevale Lievitati

Graffe napoletane

graffe napoletane

Prendi un giorno al lavoro anche quando dovresti essere a casa e trascorrine uno in giro per piacere, che in men che non si dica ti rendi conto che siamo già a giovedì grasso, cioè nel pieno del Carnevale.
Fin da piccola non ho mai amato travestirmi, non mi piaceva dover partecipare alla sfilata nelle vie del mio paese con tutti i miei coetanei ed essere tutti vestiti uguali, avrei preferito scegliere io da cosa essere vestita e allora mi sarei divertita anche di più.
Oggi quindi diamo il via ad una serie di dolci fritti tipici di questo periodo dell’anno.
Dopo gli intrigoni, i coriandoli e le stelle filanti dello scorso anno ecco che quest’anno andiamo a fare un giro al sud.
Sperando che nessuno me ne voglia, ho provato a fare anche io a preparare le graffe.
A noi sono piaciute ma purtroppo non so se si possano o meno paragonare a quelle originali, voi che ne pensate?

 

Graffe napoletane

 Ingredienti:

  • 300 g patate lesse
  • 3 uova
  • 100 g burro a pomata
  • 60 g zucchero
  • 1 cucchiaino miele
  • la scorza di 1 limone
  • 8 g sale
  • 25 g lievito di birra
  • 120 ml latte
  • strutto o olio di semi per friggere

Lavate le patate e fatele lessare in abbondante acqua.
Nel frattempo sciogliete metà dello zucchero nel latte intiepidito, versate il liquido in una ciotola nella quale sbriciolerete il lievito.
Unite nella ciotola 130 g di farina e mescolate con una forchetta fino ad ottenere una pastella senza grumi.
Coprite con della pellicola trasparente e lasciate riposare fino al raddoppio del volume, circa 40-50 minuti.
Sbucciate le patate e schiacciatele con l’apposito attrezzo facendo cadere la purea in una ciotola a cui aggiungerete la restante farina, il sale, il miele, la buccia grattugiata del limone e le uova leggermente sbattute.
Unite poi il composto di lievito che avrà raddoppiato il suo volume e impastate per bene fino a quando tutti gli ingredienti saranno uniti.
Aggiungete infine il burro a temperatura ambiente spezzandolo con le mani e continuate a lavorare per amalgamare tutti gli ingredienti per almeno 10 minuti.
Ottenuto un composto omogeneo, lasciate lievitare nella ciotola cosparsa con poca farina e coperta con pellicola trasparente per almeno due ore o fino a che il suo volume non sarà nuovamente raddoppiato.
Quando l’ impasto avrà raddoppiato il suo volume, rovesciatelo su una spianatoia infarinata e lavoratelo per ottenere un cilindro.
Dal cilindro ricavate dei pezzetti con i quali formerete delle palline, schiacciate e bucate al centro.
Procedete nello stesso modo per tutto l’impasto a disposizione poi lasciate lievitare per altri 30 minuti.
Trascorso il tempo necessario, friggete le ciambelle in abbondante olio di semi o come nel mio caso, nello strutto.
Nel momento della cottura le ciambelle devono galleggiare e devono essere rigirate due-tre volte per lato in modo da potersi dorare uniformemente e gonfiarsi per bene.
Scolate le graffe con una schiumarola e mettetele a scolare su della carta assorbente, poi immergertele nello zucchero semolato.
Ottime calde ma anche fredde, non farete in tempo a friggerle che spariranno sotto gli occhi.

Se provi una delle mie ricette, taggami su Instagram aggiungendo il tag #cucinasenzafretta.
Farai parte anche tu dell’album Rifatti da voi sulla mia pagina Facebook
Non scordarti di iscriverti alla Newsletter per restare aggiornato su tutte le mie attività e sulle prossime ricette in arrivo.


You Might Also Like

6 Comments

  • Reply
    Beatrice Rossi
    27 Febbraio 2014 at 18:35

    Buone!! Oggi chi più chi meno l'olio l'abbiamo usato tutte!!

  • Reply
    Valeria Della Fina
    27 Febbraio 2014 at 20:10

    Hanno un aspetto davvero invitante, complimenti 🙂

  • Reply
    Morena
    27 Febbraio 2014 at 20:51

    Io le trovo perfette!!! E mi piacciono da impazzire!!! Con la scusa del Carnevale friggiamo volentieri!!! Ti sono venute divinamente!!!!

  • Reply
    giochidizucchero
    27 Febbraio 2014 at 20:58

    Ricordi di nonna… sento il profumo fino a qui! Gia' giovedi grasso… e ancora non sono riuscita a fare le chiacchiere. Intanto mi gusto le tue frittelle di patate, sempre gradite! Ciao!

  • Reply
    ஃPROVARE PER GUSTAREஃ di ஜиαтαℓια e ριиαஓ
    27 Febbraio 2014 at 21:52

    mammina sono deliziose ne mangerei tantissime
    lia

  • Reply
    Mirtilla
    28 Febbraio 2014 at 20:55

    mi fanno impazzire 🙂

Leave a Reply