Home Cucina tipica emiliana Rosette all’ emiliana

Rosette all’ emiliana

by Barbara Baccarini

Oggi vi racconto una storia, una storia che profuma di buono e che fa parte della mia quotidianità.
La mia storia profuma di pane, pane comprato fresco ogni mattina, di di quei piccoli e semplici gesti che facciamo quotidianamente ma non ci rendiamo conto di quanto siano speciali.
Tutte le mattine come d’abitudine, vado dal fornaio a comprare il pane fresco ed è stato proprio li che per la prima volta ho visto le farine di Molino Grassi.
E’ stato in quel piccolo laboratorio che mi sono fermata a parlare con il fornaio e la moglie di quanto siano speciali e ottime queste farine che ogni giorno, senza averlo saputo prima, entrano in casa mia e vengono consumate senza dare troppa importanza a ciò che mettiamo tra i denti.
Quando, mesi fa, per la prima volta Valentina ha lanciato il contest “Impastando s’impara” non ho saputo resistere alla voglia di provarle, di lavorarle con le mie mani, quindi mi sono iscritta e con mia grande sorpresa e felicità, sono stata selezionata.
Non vi dico la mia gioia quando ho potuto avere finalmente tra le mie mani queste farine.
Complice però il poco tempo a disposizione, la poca informazione riguardo a queste farine speciali, io non sono riuscita ad utilizzarle al meglio e ne faccio sicuramente un “mea culpa”.
Quando però Valentina ha lanciato il secondo contest, mi sono detta che non potevo perdere l’occasione per riscattarmi così eccomi quindi qui a rendere omaggio, stavolta spero degnamente, a queste farine strepitose e alla Molino Grassi ottima azienda emiliana proprio come me.
Alla luce di questo ho quindi deciso di presentarvi uno di quei piatti della tradizione della mia famiglia che ci accompagna da tantissimi anni.
Ricordo ancora quanto mi piaceva mangiare queste rosette quando le cucinava la mia nonna ed altrettanto bene ricordo che erano il piatto della domenica quando andavo a pranzo da mia zia.
Domenica scorsa le ho preparate io per la prima volta, sotto l’attento e vigile occhio di mia mamma.
Sensazioni strane quelle di avere sotto le mani queste farine, al tatto subito diversissime da quelle che comunemente si comprano al supermercato.
Oggi con grande piacere condivido con voi questa ricetta.
Pochi e ottimi ingredienti hanno reso questo primo piatto davvero speciale.
Io mi sono limitata ad utilizzare la farina Kronos in purezza, impastandola semplicemente con le uova ed il sale.

ROSETTE EMILIANE

Ingredienti per la sfoglia:

  • 300 g farina Kronos di Molino Grassi o quella che preferite
  • 3 uova
  • un pizzico di sale

Ingredienti per il ripieno:

  • 400 g prosciutto cotto a fette sottili
  • 1 lt besciamella
  • 400 g fontina a cubetti


Iniziate preparando la sfoglia.
Nella planetaria con il gancio a foglia impastate 3 uova con la farina ed un pizzico di sale.
Impastate fino ad ottenere un panetto omogeneo che tirerete con la macchina per sfoglia.
Io l’ho fatto nello spessore più piccolo ma fatelo secondo i vostri gusti.
Una volta tirata la sfoglia, tagliate dei rettangoli di circa 15 per 20 e fateli sbollentare in acqua e olio, poi lasciate raffreddare.
Nel frattempo tagliate a cubetti sottili la fontina e teniamo da parte.
Prendete quindi una pirofila da forno e sul fondo create uno strato abbondante di besciamella.
Prendete un rettangolo di sfoglia ormai freddo e con un cucchiaio spalmate uno strato di besciamella e ricopritelo con due fette di prosciutto.
Aggiungete la fontina a cubetti e richiudete su se stesso.
Con un coltello tagliate ottenendo così 3 o 4 rosette a seconda dell’altezza di cui volete farle.
Una ad una mettetele nella pirofila e procedete nello stesso modo per tutta la sfoglia.
Quando la pirofila è piena di rosette, versate sopra abbondante besciamella, una grattugiata di Parmigiano ed infornate a 200° per circa 30 minuti.
Trascorso il tempo togliete dal forno e servite ben caldo.

Se provi una delle mie ricette, taggami su  Instagram aggiungendo il tag #cucinasenzafretta.
Farai parte anche tu dell’album Rifatti da voi sulla mia pagina
 Facebook
Non scordarti di iscriverti alla Newsletter per restare aggiornato su tutte le mie attività e sulle prossime ricette in arrivo.


You may also like

23 comments

Lara Rettighieri 14 Novembre 2014 - 10:03

Adoro le rosette, essendo emiliana le conosco molto bene 😛

Reply
ungiornosenzafretta 18 Novembre 2014 - 9:28

allora è d'obbligo sapere che ne pensi della mia versione!

Reply
Luna B 14 Novembre 2014 - 10:22

wow il Molino Grassi sarà onorato del fatto che tu con le loro farine abbia creato questo piatto che oltre ad essere molto bello esteticamente è di certo goloso ed invitante 🙂

Reply
ungiornosenzafretta 18 Novembre 2014 - 9:30

amica mia sei sempre tanto carina e gentile…
queste farine sono speciali ed essermi fatta ispirare da loro ha fatto nascere questo piatto!
ti abbraccio

Reply
Luna B 14 Novembre 2014 - 10:23

PS: ovviamente auguri per il contest!

Reply
Amelie 14 Novembre 2014 - 12:12

mi sono innamorata di queste roselline! per me hai già vinto
amelie

Reply
ungiornosenzafretta 18 Novembre 2014 - 9:31

grazie troppo carina!

Reply
annalisa coppola 14 Novembre 2014 - 13:40

Io non le conoscevo… e sono davvero molto belle e di grande effetto! le proverò sicuramente!
Annalisa
♥ ♥ ♥ ♥ ♥
provarepercomprare
fb/provarepercomprare

Reply
ungiornosenzafretta 18 Novembre 2014 - 9:32

soprattutto sono facili da fare e buonissime!
se le provi aspetto di sapere che ne pensi!

Reply
katia fumagalli 14 Novembre 2014 - 15:27

che piatto invitante,e che bellissimo blog,molto solare….bravissima Katia

Reply
ungiornosenzafretta 18 Novembre 2014 - 9:33

grazie Katia,piacere di conoscerti!

Reply
consuelo tognetti 14 Novembre 2014 - 19:21

Queste farine devono essere eccellenti e tu ne hai reso omaggio in un modo sublime..questa ricetta è stupenda, gustosa e nuova x me..complimenti!

Reply
ungiornosenzafretta 18 Novembre 2014 - 9:36

amica mia,credimi che lo sono.
mi pare di capire che non sei arrivata in tempo per partecipare al contest…avresti regalato alla Molino Grassi ricette favolose anche tu,ma sarà sicuramente per la prossima volta.
Comunque se tu che ami mettere le mani in pasta le provi,fammi sapere che ne pensi di queste belle roselline.
ti abbraccio

Reply
Erica Di Paolo 17 Novembre 2014 - 7:58

Acciderboli che piatto!!!! Anche io adoro le farine speciali e avrei trovato difficoltà nel resistere ^_^ Complimenti e…. ben trovata!!

Reply
Carla Fasolo 17 Novembre 2014 - 12:33

ma che bella quella teglia piena di "rosette" : davvero piatto fantastico!
Complimenti!! <3

Reply
Lucilla 18 Novembre 2014 - 18:03

Che fame!!! Complimenti davvero!!!

Reply
Unafettadiparadiso 18 Novembre 2014 - 18:36

sono molto scenografiche Barbara e dalla farcitura golosa….belle saporite direi!Oltre al risotto anche una bella pasta ripiena non la disegno…ahahahah mi sto sfacciatamente auto invitando a pranzo!!!
Buona serata!

Reply
ungiornosenzafretta 21 Novembre 2014 - 12:31

Vale,cara sai che quando vuoi venire a prnzo io ti ospito molo molto volentieri!!
organizziamo?

Reply
Valentina Nondisolopane 21 Novembre 2014 - 8:23

Grazie a te Barbara per la bella storia che ci hai raccontato e per aver dedicato a questa farina uno dei piatti della tua infanzia. E' proprio vero, dovremmo prendere consapevolezza di ciò che sta dietro a ciò che mangiamo, penso potremmo scoprire tante cose!

Reply
ungiornosenzafretta 21 Novembre 2014 - 12:34

Valentina sono io che devo ringraziare te per la bella opportunità che offri di provare queste farine grazie al contest!
Pensa che è tutto vero ciò che ho detto…ora ho il mio fornaio a far il tifo per me…che ridere!!!

Reply
Valentina Nondisolopane 21 Novembre 2014 - 8:25

Se non ti dispiace te la pubblico sulla pagina Fb di Molino Grassi 🙂

Reply
Pan-brioche alla vaniglia con marmellata..ecco fatto il Miracolo | Un giorno senza fretta 26 Aprile 2015 - 21:49

[…] Oggi vi parlo nuovamente delle farine di Molino Grassi…dopo lo strepitoso successo delle mie rosette all’emilina con la farina Kronos,oggi vi presento un piccolo Miracolo. Miracolo è la nuova farina entrata […]

Reply
Le rosette all'Emiliana. | Peppe ai fornelli 23 Ottobre 2017 - 11:39

[…] di mio gradimento,  ma se voi volete seguire fedelmente la ricetta Emiliana di Barbara la trovate Qui. Ora ci tocca andare in cucina per preparare questo gustosissimo primo […]

Reply

Leave a Comment