Piatti unici

Patate ripiene con speck carciofi ed olive

patate con carciofi e olive

Le patate ripiene con speck, carciofi e olive sono il piatto che quest’anno ho deciso di preparare in occasione della festa della donna.
Un piatto insolito per questa festa, ma credo molto significativo per tutto ciò che c’è alle spalle.
Ho scoperto questo progetto qualche settimana fa girovagando nei vari gruppi Facebook a cui sono iscritta.
Silvia, una ragazza che non conoscevo, ha conquistato la mia attenzione parlando di una campagna che stava organizzando in occasione dell’8 marzo appunto.
Ho chiesto informazioni e mi ha subito conquistato così hdeciso di partecipare insieme a tante altre donne all’iniziativa #nonsibaratta ideata appunto da Silvia e Ilaria di Parallel Lines che per il secondo anno consecutivo, proprio in questi giorni scendono in piazza per far conoscere sempre più la loro idea.
Idea che condivido e appoggio in pieno perchè di atteggiamenti sessisti, proposte indecenti in cambio di favoritismi sul luogo di lavoro, nel 2018 ormai proprio non se ne può più.
Insomma, loro come tante altre donne che hanno aderito alla campagna, la patata NON LA BARATTANO CON NIENTE!
Simbolo della campagna è ovviamente lei LA PATATA e con questa, noi foodblogger invitate e felici di partecipare, abbiamo realizzato una ricetta.
La mia ricetta è nata dalla voglia di preparare qualcosa di veloce ma sfizioso e saporito con ciò che avevo in frigorifero, una sera che sono rientrata tardi da lavoro e avevo poca voglia di starmene ai fornelli.
Questa patate farcite con un trito di carciofi e olive nere sono piaciute proprio a tutti, potete anche prepararle in anticipo e quando rientrate a casa avrete solo l’incombenza di cuocerle o semplicemente riscaldarle.

 

 

Patate ripiene con speck carciofi e olive
Preparazione
15 min
Cottura
40 min
Tempo totale
55 min
 
Un'idea facile e veloce quando si ha poca voglia di stare ai fornelli per preparare la cena.
Porzioni: 4 porzioni
Ingredienti
  • 4 patate
  • 8 fettine di speck
  • 100 g carciofi sott'olio
  • 80 g olive nere snocciolate
  • rosmarino
  • olio d'oliva
  • sale
  • pepe
Istruzioni
  1. Pelate le patate e tagliatene una fetta nel senso della lunghezza,che farà da coperchio. Estraete la polpa interna dalle basi con uno scavino o un cucchiaino poi salatele leggermente.
  2. Tritate nel mixer i carciofini con le olive, la polpa delle patate e qualche ago di rosmarino. Farcite con questo composto tutte le patate.
  3. Richiudete le patte con i loro coperchi e fasciatele con le fettine di speck. Mettetele in una teglia, salate e pepate, quindi lasciate cuocre in forno caldo a 200°C per 40 minuti circa. Servite le patate ripiene ben calde.

 

 

 

 

 

 

 

In tutto questo bellissimo progetto, un grazie davvero speciale va anche all’azienda Tommasi wine che oltre a sostenere e accompagnare in piazza Silvia ed Ilaria, ha anche gentilmente omaggiato noi blogger con una bottiglia del loro buonissimo Lugana Le Fornaci.
Un vino che ti conquista già mentre lo versi nel bicchiere, il suo profumo fruttato invoglia a gustarlo accompagnato magari alle mie patate ripiene ma anche semplicemente come aperitivo.

 

 

 

 

” La vita è strana. Ci vuole la tristezza per sapere cosa sia la felicità, il rumore per apprezzare il silenzio e l’assenza per valutare la presenza.”

 

 

 

 

 

Prova anche tu le patate ripiene con speck carciofi e olive e taggami su Instagram aggiungendo il mio tag #ungiornosenzafretta : con il tuo scatto farai parte dell’album “Rifatti da voi” sulla mia pagina Facebook.

Non scordare di seguirmi anche sul mio profilo Instagram e di iscriverti alla Newsletter per restare sempre informato sui miei corsi di cucina e sulle mie attività.

You Might Also Like

2 Comments

  • Reply
    Andreea
    7 Marzo 2018 at 17:02

    Un’idea sfiziosa e tanto gustosa !

  • Reply
    isoladigiada
    8 Marzo 2018 at 13:56

    Cara Barbara, bravissima per il tuo sostegno a questa bella iniziativa. La tua ricetta è squisita e non troppo complicata, ottima per le donne lavoratrici che ogni giorno devono inventarsi del tempo perché la giornata non ne contiene mai abbastanza. Ciao carissima!

Leave a Reply