Dolci al cucchiaio

Cream tart con namelaka al cioccolato bianco e limone

cream tart e namelaka al limone

Con la cream tart voglio inaugurare questa nuova casetta virtuale.
Questa torta di frolla decorata sta letteralmente impazzando nel web ed io ovviamente non potevo sottrarmi dal provarla.
Mi serviva l’occasione giusta ed ecco che il blog nuovo è arrivato in concomitanza con il compleanno di una mia carissima amica quindi oggi cream tart con crema Namelaka per tutti.
La Crema Namelaka al cioccolato bianco limone è senza uova, senza farina e per realizzarla servono solo latte, panna, cioccolato e limone.
E’ una crema facilissima da fare, appena fatta è liquida ma restando in frigo per tutta la notte, il giorno dopo avrete una crema dalla cremosità pazzesca.

Lo so che vi state chiedendo perchè di questo nuovo inizio…
Credo fortemente che nella vita ci siano dei momenti in cui senza troppi preamboli, capisci che è giunto il momento di girare pagina, di andare avanti,  di provare a camminare con le tue gambe senza rimpiangere nulla del passato.
Anzi, se oggi sei quella che sei, è perchè il tuo passato ti ha portato qui.
Ebbene si, anche per me è arrivato il momento di prendere coscienza di ciò che sono ora, dei passi in avanti che ho fatto e di iniziare una nuova avventura molto più mia in base a ciò che sono diventata.
Da oggi quindi una casetta rinnovata, ho pitturato le pareti, ho cambiato le tende e cambiato tappezeria al divano, la luce e la gioia che trasmette questo posto però è quella di sempre.
Alcuni vecchi post che non erano più nelle mie corde sono spariti in attesa di essere rifatti in una nuova veste, nuovi articoli e nuove sezioni sono pronte a fare la loro comparsa.
Io sono davvero entusiasta di questo nuovo inizio, era lo scossone che stavo aspettando da un pò per iniziare finalmente a realizzare tutto ciò che fino a ieri ho sempre sognato.
Ed oggi si parte da qui, dalla torta più famosa del web in questo inizio del 2018.

 

 

 

 

 

INGREDIENTI

Per la frolla sablèe:

375 g di farina
225 g di burro freddo
135 g di zucchero a velo
75 g di uova (circa un uovo e mezzo)
45 g di farina di mandorle
3 g di sale
1 cucchiaino estratto di vaniglia

Per Namelaka al limone:

340 g di cioccolato bianco
400 g di panna fresca liquida
200 g di latte intero
120 g di succo di limone
5 g di colla di pesce
25 g di acqua

 

Inserite nella planetaria lo strumento foglia (K).
Unite nella ciotola la farina e il burro freddo tagliato a pezzetti.
Azionate la macchina a bassa velocità quindi lasciate andare per qualche minuto fino a quando la farina avrà rivestito completamente il burro ottenendo l’aspetto di sabbia bagnata.
Aggiungete lo zucchero a velo e continuare a mescolare per qualche secondo.
Unite la farina di mandorle e il sale quindi mescolate ancora per qualche secondo, fino a quando la farina di mandorle e lo zucchero a velo saranno amalgamati al composto.
Aggiungete l’estratto di vaniglia e le uova, amalgamate per pochi secondi fino a quando il composto comincerà ad unirsi in una palla.
Versate l’impasto su una spianatoia e create una palla aiutandovi con le mani.
Appiattite l’impasto e coprite con pellicola per alimenti.
Lasciate riposare l’impasto tutta la notte in frigorifero.
Preparate poi la crema Namelaka.
Mettete i fogli di gelatina in una ciotola con l’acqua fredda.
Fate sciogliere il cioccolato a bagnomaria e nel frattempo fate bollire il latte in un pentolino.
Unite la gelatina al latte caldo e mescolate bene in modo da farla sciogliere.
Versate il latte caldo sul cioccolato fuso ancora caldo in 3 volte, e mescolate.
Aggiungete la panna fredda e con un minipimer mescolate senza inglobare aria.
Unite anche il succo di limone e mescolate, otterrete così un composto liquido e senza grumi.
Coprite con la pellicola a contatto e mettete in frigo per circa 12 ore.
Una volta fatto riposare, tirate fuori la frolla sablèe dal frigorifero e accendete il forno a 180°C.
Dividete l’impasto in due parti e stendetele entrambe.
Ricavate la forma di una B, di una lettera a vostro piacimento, di un numero oppure di un cuore utilizzando magari un modello prestampato che potrete trovare con facilità anche nel web.
Infornate la frolla per circa 10-14 minuti, finchè comunque sarà dorata.
Lasciate raffreddare completamente prima di farcire.
Una volta che la base è fredda, inserite la crema namelaka in una sac à poche e farcite il primo strato di biscotto facendo vari giri di ciuffetti.
Coprite con il secondo biscotto e farcite la parte superiore.
A questo punto sbizzarritevi con la decorazione, potete aggiungere pezzi di cioccolato, macaron, caramelle gommose, meringhe e qualsiasi cosa vogliate usare per dare colore.
Riponete la torta in frigorifero per fare in modo che la farcitura all’interno resti compatta.
Infine si consiglia di consumare la Cream Tart il giorno dopo per far sì che il biscotto assorba un po’ di umidità e si faciliti il taglio.

 

 

 

 

 

 

” Ciò che segna, insegna. Gioia e dolore insegnano le strade da ripercorrere e quelle da evitare. Le persone da cercare e quelle da dimenticare.”

 

 

PROVA ANCHE TU LA CREAM TARTE E TAGGAMI SU INSTAGRAM AGGIUNGENDO IL MIO TAG #UNGIORNOSENZAFRETTA : FARAI PARTE ANCHE TU DELL’ALBUM RIFATTI DA VOI SULLA MIA PAGINA FACEBOOK.

 

You Might Also Like

1 Comment

  • Reply
    Andreea
    20 febbraio 2018 at 16:27

    Ma che bello questo tuo dolce, veramente fa tanta gola, complimenti ! Auguri per ogni tuo progetto, un abbraccio e a presto !

Leave a Reply